29° calzetta di Avvento

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

specchio scritte

 

Cara Anima oggi apriamo la 29° calzetta del nostro Avvento. Voglio anche informarvi che, per chi ci potrà essere, terrò una preghiera con meditazione la vigilia di Natale su LAAV tv.com, dalle 20:00 alle 21:00, qui trovi tutte le informazioni.

La calzetta di oggi ti porta a riflettere sulla realtà che vedi, sei certo che sia proprio come te la sei immaginata? Sei proprio sicuro di quello che i sensi ti hanno fatto credere e i media raccontato?

Ecco la mia visione, a te la scelta di accettarla oppure no, anche questa calzetta puoi decidere di prenderla e indossarla oppure no. :-) 

 

Tutto quello che accade viene sempre attratto per poterlo risolvere e superare. Nulla è davvero negativo, o male, nel buio c'è la luce e nella luce si trova il buio. il Tao insegna proprio questo, nell'uno c'è contemporaneamente anche l'altro.

Siamo discesi in questo piano di coscienza per mettere alla prova noi stessi, per superare delle lezioni, imparando proprio dal confronto e dal contrasto, cosa voglia dire sulla nostra pelle, che siamo Uno!

Cristo disse "Ama il prossimo tuo come te stesso" perchè conosceva bene questa grande verità, infatti non usò la forza e il potere del Suo verbo per scendere dalla croce e punire i suoi assassini, intanto sapeva bene che ci avrebbe pensato il  karma a farlo per Lui, invece ha ancora perorato in loro difesa presso il Padre chiedendogli di perdonarli perchè non sapevano cosa stavano facendo. Gesù divenne il Cristo proprio perché non si  macchiò di una azione/ reazione di vendetta, che avrebbe violato le leggi divine dell'Amore e che avrebbe originato invece conseguenze contro se stesso.

Siamo Uno e se non si comprende questa verità saremo sempre lì a farci la guerra credendo ogni volta di poterla vincere, ma se l'altro sei sempre tu, comunque vada a finire il contenzioso, il perdente, lo sconfitto te lo porterai sempre addosso!

Siamo circondati da specchi che ci rimandano fedelmente quello che crediamo, sentiamo vero e siamo dentro, e lo fanno senza censure o falsità. Essi sono sempre estramamente sinceri, anche se alcune volte dà fastidio, e può fare anche tanto male.

Gli altri, le persone che vivono con noi, sono questi specchi, così come noi lo siamo per loro.

Se una cosa ci appartiene, nel senso che siamo ancora condizionati da essa, attrarremo proprio quel tipo di esperienza sotto la veste di una certa persona che, ignara, stimolerà in noi una specifica reazione.

Ecco perché le esperienze  spesso si ripetono sempre uguali.

Il nostro cervello ci fa reagire nello stesso modo perché conosce solo quella soluzione, ed è per questo motivo che si soffre, e si rimane bloccati in un labirinto senza vie d’uscita.

Quanto si sta male per questi benedetti schemi di comportamento sempre uguali e continuamente ripetuti?

Tanto, perché siamo capaci di tuffarci in situazioni pazzesche anticipando gli eventi e dando loro le solite risposte, le solite reazioni.

Ecco perché si soffre, perché riproduciamo i soliti vecchi schemi mentali, e ci sembra impossibile trovarne altri, ma non  è così perché la nostra anima sa bene che dal dolore si può trovare la spinta per uscirne fuori. Lei vuole farlo, ma siamo noi a doverla sostenere e aiutare smettendo di ostacolarla.

Purtroppo o per fortuna solo il dolore nato da un confronto, un conflitto e da un contrasto ci porta ad incontrare noi stessi.

E’ solo quando riusciamo a vedere oltre, a dare un’altra interpretazione  a ciò che ci accade, possiamo uscire dagli status quo.

Ecco che le persone che incontriamo suscitano delle reazioni che vanno a solleticare proprio quelle parti della personalità che necessitano di una "aggiustatina".

Per questo qualcuno può farci imbufalire, perdere le staffe e farci uscire dai gangheri, egli ha il codice d’accesso al nostro io profondo e riesce ad affondare un colpo intenso al nostro sistema energetico. Egli sa dove va a parare.

Tutto è energia, anche pensieri ed emozioni, per questo basta un determinato stimolo per innescare determinate reazioni.

Come fare allora per uscire dal solito dedalo di strade nel nostro cervello?

Come accendere nuove sinapsi e quindi nuovi stati d’animo?

Basta accedere al cuore, e prendere coscienza che una certa azione/reazione nasce sempre dal bisogno di comprendere, conoscere e crescere, evolvere, certe cose continuano ad accadere perché occorre CAMBIARE noi stessi!

Ecco perché gli eventi si ripetono, finché non cambiamo la risposta riceveremo sempre la solita obsoleta domanda!

Cara Anima cambia la risposta solo così scoprirai l’apertura di nuovi scenari nella tua vita.

Solo la staticità fa male, è molto meglio rischiare di sbagliare piuttosto di continuare il solito tran tran, il vecchio gioco dell’abitudine.

Solo cambiando tu puoi trasformare la tua vita, non esiste un’altra strada. Scegli di osare, percorri una nuova strada, decidi di farlo, solo così vedrai nuovi paesaggi al tuo orizzonte.

Quando la prossima volta ti trovi di fronte ad una persona che sta per scatenare la solita reazione prova a cercare un’altra soluzione, sii originale e creativo, cambia la risposta! Potresti scoprire che la nuova è migliore, e ti fa stare meglio con te stesso e con gli altri.

Prova a sentire, smetti di voler capire, prova ad immaginare smetti di ripensare, prova a sognare e smetti di rivangare :-) Certamente sarai più lieto, più leggero perchè più libero, Cara Anima tutto questo è possibile, certamente non per la piccola mente, ma per il tuo grande cuore sì!

Nella 29° calzetta hai trovato uno specchio magico in cui gli altri hanno tutti il medesimo volto: il tuo!

Buon Avvento in LAAV

P:S: lo metti un mi piace? :-)

 

SentieroLAAV-form-autoresponder-mailchimp

ISCRIVITI qui sotto ALLA NEWSLETTER e ricevi subito gli OMAGGI!

 

 

Ecco cosa puoi ottenere

  • ATTIVITÀ

    Sono una channeller, una messaggera dei mondi di Luce e chiarudiente. Ho il Dono di poter vedere le...

LINK LIBRO

Area Dedicata

Raccolta cronologica articoli